Gli abbonamenti di serie A? Sono meglio di un’amichevole

Ricordate Juve-Mezzocorona 40 euro? Ecco, si è giocata ieri e ha prodotto anche una gradevole telefonata con l’addetto stampa bianconero Marco Girotto e la conseguente idea - e di questo gliene diamo merito - della pagina che vedete. Gliel’avevamo promesso, e va dato atto alla Juventus, così come Girotto ci ha specificato, che per quanto riguarda gli abbonamenti le famiglie sono tenute in grande considerazione. Anzi, di più: la Juve è sicuramente una delle società più attente all’argomento. Diverso il discorso delle amichevoli, ma su questo resta e resterà la divergenza di vedute tra noi e la Signora: sì, è vero, ha fatto tutto l’Atp di Pinzolo, sì - è vero - c’erano biglietti anche a 15 euro, sì - è vero - la gente che va fino a lì è pronta a tutto per vedere i propri (pochi) beniamini in campo. Ma 40 euro restano tali e già che ci siamo diciamo che per l’amichevole di martedì col Piacenza diventeranno 50 (con la tribuna plebea a 20). Comunque ci siamo incuriositi e, approfittando di una lettera arrivata da un tifoso del Milan alla quale ha prontamente risposto - e lo ringraziamo - il vicepresidente rossonero Adriano Galliani, siamo andati a controllare. Risultato: situazione buona, prezzi aumentati, ma non tutti, sconti e riduzioni, però in ordine sparso, non esiste insomma una vera politica comune per riportare le famiglie allo stadio. Questa, in pratica, è la nostra pagella alle società con un invito per chi è bocciato: c’è sempre tempo per riparare a settembre.