Un abbonamento che fa per tre

Un chip inserito in una card elettronica che permetterà ai genovesi di viaggiare con un unico abbonamento, scontato, sui mezzi pubblici di Amt, Atp, Trenitalia, Ferrovia Genova Casella.
Con lo slogan «Ci siamo fatti in tre per te» l'iniziativa, che parte a luglio, è stata presentata ieri mattina in Provincia dall'assessore regionale Luigi Merlo e dall'assessore provinciale Rosario Amico insieme ai dirigenti delle aziende di trasporto pubblico. L'abbonamento integrato arriva dopo due anni di prova per gli studenti genovesi che continueranno ad usufruire della formula che consente di utilizzare tutti i vettori che operano nella provincia e con il nuovo progetto viene esteso ai lavoratori pendolari. Gli sconti non sono forti, fino a tre euro ad abbonamento mensile, con un contributo della Provincia di circa 180mila euro, ma il vantaggio riguarda appunto di avere un unico documento di viaggio come richiesto dall'utenza agli amministratori pubblici.
«Si tratta di circa 9.000 persone che abitano nei comuni del territorio e che hanno necessità quotidiana di muoversi da casa al luogo di lavoro, che può essere Genova o un altro centro e che utilizzano due o più mezzi di trasporto - spiega l'assessore provinciale Rosario Amico - come da due anni facciamo per gli studenti, da giugno sarà possibile acquistare un unico titolo di viaggio che può mettere insieme quattro discese aziende».
«Non è tanto il vantaggio economico - argomenta Livio Ravera presidente di Atp - ma quando la razionalizzazione e la semplificazione che si viene a determinare a rendere interessante l'iniziativa. Inoltre la card munita di microchip, realizzata dalla Volocard presieduta da Franco Oliveri, è il primo esempio di pagamento elettronico a livello regionale, e uno dei primissimi in Italia».