Gli abbonati Fastweb non vogliono più Valentino Rossi come testimonial

Gli
abbonati di Fastweb sono furibondi con il pilota e minacciano ritorsioni se l’azienda
continuerà ad utilizzarlo come testimonial. Ma l'azienda smentisce tutto

Milano - Gli abbonati di Fastweb sarebbero furibondi con Valentino Rossi e minaccerebbero ritorsioni se l’azienda continuerà ad utilizzarlo come testimonial. Lo scrive il settimanale "A" in edicola giovedì. Dopo le notizie sull’inchiesta aperta sulla presunta evasione fiscale, Fastweb sarebbe stata subissata dalle proteste degli abbonati, scontenti di ritrovarsi Valentino come testimonial. L’azienda, secondo il settimanale, starebbe riflettendo sull’opportunità di proseguire il rapporto col famoso pilota. Ma Fastweb smentisce e nega di aver ricevuto minacce di ritorsioni dai propri abbonati relativamente all’utilizzo del "Dottore" come testimonial. La società, attraverso un portavoce, ribadisce inoltre piena soddisfazione per la collaborazione con il campione a cui rinnova la propria fiducia.