Gli abbracci in regalo conquistano i milanesi

La grande catena degli abbracci gratis e liberi, partita dalla lontanissima Australia, ieri è arrivata anche a Milano. In mattinata si sono date appuntamento in corso Vittorio Emanuele centinaia di persone che, munite di cartello «regalo abbracci», sono scese in strada per stringere a sé chiunque desiderasse condividere un gesto affettuoso. L’esperienza di regalare abbracci ha coinvolto in contemporanea altre 25 città italiane, in cui volti sconosciuti si sono uniti per scambiarsi del calore umano. Un abbraccio non costa niente ma a volte se ne ha tremendamente bisogno, soprattutto in quest’epoca di separazioni sociali e di mancanza di contatti umani. Questa la vera essenza della «Free-Hugs-Campaign» che, lanciata dall’esperienza del giovane australiano Juan Mann e diffusa poi tramite internet con un video, ha sollevato un’onda in grado di unire tutto il mondo in un unico abbraccio.