Un abbraccio sul podio unisce le due Coree

L’Olimpiade, anche ieri, ha mostrato la sua parte migliore: dopo l’abbraccio tra la russa Paderina e la georgiana Salukvadze, un altro gesto distensivo tra due Paesi da sempre ai ferri corti. Nella prova di tiro a segno (specialità pistola 50 metri) il sudcoreano in Jong-oh, medaglia d’oro, e il nordcoreano Kim Jong-su, argento, si sono abbracciati sul podio durante la cerimonia di premiazione. Un gesto dal forte significato socio-politico e che avviene pochi giorni dopo la decisione dei due Paesi di sfilare separati alla cerimonia d’apertura (al contrario di quanto avvenne ad Atene 4 anni fa).