Abbundo: uccidono il turismo

«Non c’è nessun accordo con il Pdl, andremo soli». Rosario Monteleone, commissario regionale dell’Udc mette in discussione l’alleanza tra il suo partito ed il centrodestra per le amministrative di giugno nei comuni della provincia di Genova. «Non c’è nessuna intesa preliminare -sostiene Monteleone- né con il Pdl, né tanto meno con il Partito democratico». In verità, come anticipato ieri dal Giornale, il segretario provinciale Udc Umberto Calcagno ha realmente partecipato al vertice tra tutte le componenti del Pdl e la Lega Nord ma uno stop all’accordo sarebbe arrivato direttamente dal centrodestra a livello nazionale. Da Roma, al momento, non se la sentirebbero di dare il «via libera» ad un accordo con il movimento di Pierferdinando Casini senza che tra i leader arrivi qualche messaggio di apertura. Tutto in stand by dunque, mentre Monteleone tiene a precisare che «l’Udc alle prossime elezioni correrà da sola anche per la provincia di Savona, per la città di Sanremo e di Imperia. Quindi al primo turno proporremo nostri candidati e programmi. Nei comuni sotto i 15.000 abitanti dove si formeranno liste civiche i rappresentati locali dei partiti valuteranno di caso in caso come comportarsi». «Esiste invece un unico impegno - puntualizza il commissario regionale dei centristi -: ogni decisione sarà assunta collegialmente tra il segretario regionale e i quattro provinciali. Non siamo burattini di nessuno e tanto meno alleati di convenienza ma siamo pronti a portare il nostro contributo per avvicinare le istanze dei cittadini alle politiche dei nostri comuni».
Porte aperte dunque, a future alleanze. Soprattutto in chiave regionali 2010. Su da che parte far pendere l’ago della propria bilancia Monteleone non si esprime ancora, ma quella verso il centrodestra, più che una chiusura, sembra un primo tentativo interlocutorio per future intese.