Abn, la Borsa crede alla scalata

da Milano

La Borsa olandese scommette su Abn Amro e si aspetta che la banca presente in Italia con Antonveneta e con una quota di Capitalia, possa essere oggetto di una scalata o protagonista di una fusione. Le azioni dell’istituto hanno chiuso ad Amsterdam con un rialzo del 3,04% a 24,10 euro, con oltre 47,4 milioni di pezzi passati di mano, pari a circa il 2,5% del capitale.
A Piazza Affari il progresso è stato ancora più marcato e i titoli Abn hanno chiuso a +4,12% a 24,28 euro. Gli scambi sono proseguiti in serata a Wall Street dove hanno confermato l’intonazione positiva. A dare la scossa al titolo dell’istituto di credito sono state le voci secondo le quali Abn Amro potrebbe diventare oggetto delle attenzioni della Royal Bank of Scotland.
Altre voci parlano di un progetto di aggregazione che coinvolgerebbe Nordea AB, il maggior istituto di credito scandinavo per capitalizzazione.
Abn Amro è impegnata nel difficile contenimento dei costi dopo la serie di manovre espansive in Olanda, Italia, Brasile e Stati Uniti: a ottobre scorso ha annunciato il taglio di 5mila posti di lavoro, in aggiunta alla riduzione di 5mila unità già varata nel 2004, dopo che i costi sostenuti per l’integrazione di Antonveneta hanno determinato un calo degli utili nel terzo trimestre.