Abn, ora Rbs bussa anche a Mediobanca

da Milano

La cordata capitanata da Royal Bank of Scotland sta cercando il sostegno di altre banche europee per riuscire a finanziare l’offerta da 71 miliardi per Abn Amro. Lo scrive il Wall Street Journal citando una fonte vicina all’operazione secondo la quale, tra gli istituti a cui il consorzio si sarebbe rivolto, c’è anche Mediobanca. La cordata avrebbe contattato anche Dresdner Kleinwort, filiale di Dresdner Bank e una divisione del gruppo olandese Ing. «Il consorzio - scrive il quotidiano - si è rivolto a una lista esigua di banche che potrebbero aiutarlo nel finanziamento visto che molte sono già state coinvolte nella guerra di offerte su Abn». Non appena le trattative tra il colosso olandese e Barclays sono iniziate, ricorda il Wall Street Journal, molte delle maggiori banche statunitensi ed europee sono state ingaggiate come advisor, mentre il consiglio di sorveglianza di Abn Amro si è rivolto a Goldman Sachs. Una sfida che Merrill Lynch, advisor del consorzio, e i suoi partner minori dovranno affrontare - conclude il quotidiano - è riuscire a vendere le nuove azioni che Fortis e Santander pensano di emettere per fare cassa.
Abn sta intanto aumentando le pressioni per far sì che Rbs e Bank of America arrivino a un accordo sulla questione legata alla banca americana LaSalle. Le parti starebbero lavorando a un accordo per cui Bank of America porterebbe a termine l’acquisizione di LaSalle, cedendo alcune attività a Rbs.