«Abolire i contanti è da Stato di polizia»

«È da Stato di polizia abolire i contanti per fare la lotta all’evasione fiscale». Ne è convinto Gianfranco Fini che a Porta a porta ha criticato duramente i metodi del governo per combattere chi non paga le tasse. Il leader di An definisce «sacrosanta la lotta dello Stato all’evasione fiscale, il contribuente non deve essere strangolato. Del resto abbiamo già visto il ministro Visco alla prova con l’evasione fiscale». L’ex vicepremier, che ha parlato di «misure depressive del governo Prodi», ha traccia un quadro negativo del futuro del Paese: «L’Ocse e la Banca d’Italia - sottolinea - prevedono un aumento del Pil per il 2007 dell’1,4%, con una diminuzione dello 0,4% rispetto a quest’anno».