Abolire i vitalizi? GiammaiIl comunista Bertinotti:"Allora datemi la pensione"

L'ex segretario di Rc, ospite della Zanzara di Giuseppe Cruciani, non vuol sentir parlare di abolizione dei vitalizi agli ex parlamentari: "Se mi dessero qualcos’altro per vivere sì. Ho lavorato una vita e ho diritto ad una pensione". AUDIO

Chi ancora ha la poltrona in parlamento, ci si attacca prepotentemente. Chi invece l'ha persa, si attacca ad altro: il portafoglio. Alla fine la sostanza non cambia. I soldi diventano il più alto ideale da perseguire, ma soprattutto da conseguire. Una filosofia racchiusa nel pensiero di un politico che non ti aspetti.

Si chiama Fausto Bertinotti, è comunista, ma di essere defraudato del vitalizio di ex parlamentare non ne vuol proprio sentire parlare. Probabilmente quando il presidente della Camera ha pronunciato queste parole, Bertinotti è balzato dalla sedia.

"Qualche settimana fa l’ufficio di presidenza della Camera ha deliberato di disporre una riforma per la quale la Camera abolirà il vitalizio degli ex parlamentari. È una piccola cosa ma è l’esempio che deve dare la politica". "No, i vitalizi no, e io come farò", avrà pensato l'ex di Rifondazione comunista. E la sua paura l'ha espressa pubblicamente, ospite de La Zanzara su Radio 24.

"Se mi toglierei il vitalizio? Se mi dessero qualcos’altro per vivere sì, se mi dessero una pensione sì. Ho lavorato una vita e ho diritto ad una pensione poi come si chiami non conta, basta che sia congrua con ciò che ho versato".

Insomma, cambiate pure il nome, inventatevi qualche forma particolare, basta che continuiate a rimpinguare il mio conto in banca. Alla faccia del comunismo e dell'equità sociale. Per carità, Bertinotti non sarà l'unico ex parlamentare a pensare queste cose. Al momento è l'unico che le ha dette però. Complimenti per la sincerità. Dote rara di questi tempi. Così come è rara l'abolizone dei vitalizi...