Gli abortisti contestano Ferrara e la Binetti

Attivisti favorevoli alla legge 194 sull'aborto, scandendo "vergogna,
vergogna", hanno contestato oggi a Cassino la senatrice del Pd e il direttore de "Il Foglio" Giuliano Ferrara. La
contestazione e' partita da una sessantina di persone che partecipavano
ad un sit-in di Cgil, Uil e diverse associazioni

Cassino - Attivisti favorevoli alla legge 194 sull'aborto, scandendo "vergogna, vergogna", hanno contestato oggi a Cassino la senatrice del Pd Paola Binetti ed il direttore de 'Il Foglio, Giuliano Ferrara. La contestazione e' partita da una sessantina di persone che partecipavano ad un sit-in della Cgil, della Uil e delle associazioni "facciamo breccia" ed "Arcobaleno" e "Clr di Roma" a sostegno della legge 194, mentre la Binetti e Ferrara stavano entrando nella sala conferenze dell'aula Pacis di Cassino, per un convegno organizzato in occasione della trentesima giornata per la vita. Gli slogan li hanno accolti all'esterno dell'edificio al loro arrivo: Ferrara, con indosso un cappotto beige, e una sciarpa arancio, e la senatrice Binetti, erano accompagnati dal padre abate di Montecassino Dom Vittorelli, promotore del convegno. I tre relatori sono subito entrati nella sala.

A manifestare fuori dall'aula Pacis di Cassino molte donne. Sventola anche una bandiera bianca con una croce blu sullo stemma del Vaticano con su scritto: no Vat + autodeterminazione - Vaticano. E si legge ancora su altri striscioni: "Ferrara: sempre dalla parte del più forte, sempre dalla parte sbagliata". Una donna che indossa una "mitra" bianca con su scritto: "Ferrara, Binetti, cecchini perfetti" e su un cartellone giallo: "Siamo educati, per favore giù le tonache dalla 194".