«Aborto, la legge applicata a metà»

La legge 194 non è stata sino ad oggi «sufficientemente» applicata nella parte che riguarda la prevenzione e l'aiuto alla donna in gravidanza al fine di evitare, ove possibile, la decisione di abortire. Questa la posizione del Comitato nazionale di bioetica (Cnb) che, sull'argomento, ha approvato un documento («Aiuto alle donne in gravidanza e depressione post-partum») in cui analizza anche il ruolo e lo stato di applicazione della legge. Luca Volontè (Udc) commenta: «I nostri sospetti sull’applicazione della legge erano purtroppo fondati».