Aborto, in piazza anche la Colli

Molte adesioni da sinistra al corteo in difesa della legge 194. Ma non saranno in piazza le donne della Margherita della provincia di Milano e Monza. «La manifestazione indetta a Milano domani si caratterizza soprattutto come una forzatura - scrivono in una nota - perché punta solo a difendere una legge che nessuno vuole abrogare e inoltre perché rischia, al di là delle intenzioni, di creare una contrapposizione e un muro ideologico». Sarà, invece, in piazza Ombretta Colli, candidato sindaco di Milano: «La legge 194 è stata il frutto di battaglie e di duri scontri ideologici e non è il caso di riaprire il dibattito». Tra i manifestanti anche il presidente della provincia di Milano, Filippo Penati: «Ho deciso di partecipare a questa manifestazione perché è una legge fortemente voluta dagli italiani, che si basa un principio fondamentale: la libertà e la responsabilità della donna nella scelta della maternità». Con lui Marco Cipriano, vicepresidente del consiglio Regionale dei Ds: «Credo sia giusto battersi per difendere il diritto di ogni donna a scegliere».