Abruzzo, per il post Del Turco spunta il candidato bipartisan

Gianni Alemanno (nella foto) stratega del dialogo tra destra e sinistra. Abile mediatore tra opposti che hanno smesso di parlarsi e che, con un colpo diplomatico degno di Richelieu, ha creato un nuovo, trasversale, canale di comunicazione. A dipingere in questi termini il sindaco di Roma non è il Secolo d’Italia, organo ufficiale di An, e neppure una nota dell’ufficio stampa del Campidoglio, ma una delle voci straniere più aspramente critiche con il governo Berlusconi, il quotidiano Le Monde. La mossa strategica, secondo il giornale francese, consiste nell’avere scelto Giuliano Amato come presidente della commissione sul futuro di Roma. «Tentato dal dialogo proposto dal Cavaliere - scrive Le Monde -, il centrosinistra vi ha rinunciato subito dopo il voto del lodo Alfano. Alemanno riapre quella porta che era stata sbattuta con forza». Chapeau.