Abusa della nipote per 14 anni: solo denunciato

Ha iniziato ad abusare di una nipote, figlia di una sorella della moglie, quando lei aveva 9 anni e ha continuato a farlo per altri 14 anni: un uomo residente a Corchiano, in provincia di Viterbo, è stato per questo denunciato. La vicenda è emersa dopo che la ragazza, oggi di 23 anni, insieme a una sorella disabile e a un fratello, a causa delle disagiate condizioni socio-economiche in cui versano, sono stati presi in carica dai servizi sociali del comune. Le assistenti, notando il disagio della giovane, l’hanno avvicinata, hanno conquistato la sua fiducia e sono riuscite a farla confidare. È così emersa una storia di violenze che si sono protratte per ben 14 anni, iniziata quando lo zio avvicinò la famiglia della giovane, proprio a causa delle condizioni al limite dell’indigenza in cui viveva. Dopo poche settimane cominciarono però gli abusi. Gli investigatori avrebbero proposto ai magistrati l’arresto ma il pm, in considerazione del fatto che la vittima è ormai maggiorenne, li avrebbe rifiutati, preferendo far comparire l’indagato davanti al gip per un incidente probatorio.