Abusano di una dodicenne disabile arrestati due minorenni 

In manette due ragazzi dell'hinterland milanese che hanno costretto una minorenne disabile a rapporti non consenzienti

Milano - Due minori di 14 e 15 anni sono finiti in manette per avere abusato di una minorenne disabile.
Il fatto risale al marzo scorso e vede coinvolti due adolescenti del milanese, arrestati con l'accusa di avere approfittato di una dodicenne disabile, costringendola a rapporti orali non consenzienti.
I due studenti, entrambi incensurati, "provengono da un contesto famigliare non facile", dicono i militari, e avrebbero abusato della ragazzina, affetta da un deficit psicologico, nel seminterrato di un garage al confine tra la zona di Rho e quella di Bollate.

"Contesto omertoso" La famiglia e la vittima hanno evitato a lungo di denunciare l'abuso, rendendo difficili le indagini, per altro non aiutate dagli inquilini del palazzo dove si è svolto l'accaduto. "Un contesto omertoso", l'hanno definito i carabinieri. Convinta dai servizi sociali, la dodicenne ha in seguito fornito un primo identikit degli assalitori, permettendo alle forze dell'ordine di individuare con certezza i sospettati tramite il riconoscimento fotografico. La Procura dei Minori ha chiesto le misure cautelari per entrambi i ragazzi, che dopo l'arresto sono stati inseriti in una comunità di recupero.