Abusivi nei mercati rionali: ghisa aggrediti e picchiati

Roberto Bonizzi

Ancora botte ai vigili. Ancora tra i banchi di un mercato di Milano. Ieri mattina alle 10.30 all’Ortomercato, la struttura comunale di via Varsavia dietro a piazzale Cuoco, nel quartiere Molise-Calvairate, periferia Est, due agenti dei ghisa (una vigilessa e un vigile) sono stati picchiati e feriti da un uomo che cercava di sfuggire al fermo. Un extracomunitario sorpreso a rubare bancali di legno all’interno del padiglione.
L’operazione faceva parte dei normali controlli alla ricerca di abusivi e criminali effettuati dalla polizia locale tra gli ambulanti. Una categoria che si sente nel mirino e lo ha denunciato spesso (l’ultima volta ieri proprio su queste pagine) chiedendo più attenzione da parte dell’amministrazione e delle forze dell’ordine al fenomeno degli irregolari. Ieri all’Ortomercato gli agenti hanno bloccato l’uomo, clandestino in Italia, mentre rubava alcuni bancali di legno tra i banchi di frutta e verdura. Il nordafricano, mentre la vigilessa controllava i documenti, ha tentato di riprenderseli ed è scappato. I ghisa lo hanno inseguito e fermato. Ma in attesa dei rinforzi l’uomo ha cercato di divincolarsi e ha ferito i due agenti.
Sgomento e solidarietà da parte delle istituzioni alla notizia dell’ennesima aggressione delle forze dell’ordine. «Ringrazio vivamente i vigili per il loro quotidiano e concreto impegno nel controllare il territorio urbano - dice il vice sindaco Riccardo De Corato -. Ancora una volta hanno dimostrato un efficiente e costante presidio di alcune aree sensibili». Al fianco dei suoi uomini anche il comandante della polizia municipale, Emiliano Bezzon: «Questa operazione è la testimonianza del concreto contributo dei vigili al contrasto e alla repressione della illegalità a Milano, soprattutto nelle zone più soggette a furti o abusivismo come i mercati».
Per altri, come già per gli ambulanti, un problema sicurezza esiste. Ma esiste anche un problema di organico e mezzi per le forze dell’ordine. Roberto Miglio, sindacalista del Csa dei vigili urbani, attacca il comando di Monforte-Vittoria: «Dietro a quest’episodio c’è un grave problema di distribuzione delle forze della polizia locale. Da due mesi il funzionario responsabile della zona dell’Ortomercato ha tolto a quella pattuglia l’auto di servizio. Gli agenti hanno a disposizione soltanto sei biciclette». Proprio questa mancanza, secondo Miglio, è la causa del ferimento dei due colleghi: «Il nordafricano ha strappato i documenti di mano alla vigilessa e ha tentato di fuggire. Lo hanno fermato, ma hanno dovuto attendere l’arrivo dei rinforzi con le proprie auto, e non quelle di servizio, e questo ha portato al ferimento». Ci chiedono più pattuglie, ma se siamo senza mezzi a farne le spese sono gli agenti. Ecco la sintesi del pensiero del sindacalista: «In questo modo non abbiamo forze sufficienti. Per contrastare abusivi e criminali bisogna ripristinare le condizioni minime per lavorare».