Gli abusivi occupano gli Oh Bej ma la polizia fa piazza pulita

Alla fine se ne sono andati. Verso le 21 tutti i venditori abusivi che ieri in tarda mattina avevano iniziato ad occupare, con largo anticipo rispetto all’inizio della Fiera, previsto per venerdì, viale Alemagna, via Legnano, via Paleocapa e viale Gadio, per cingere d’assedio il Castello, dove, da due anni a questa parte si svolgono gli Oh bej! Oh bej. Quest’anno, a differenza del passato, il Comune ha deciso per il pugno di ferro, vincendo su 26 tra furgoni e camper parcheggiati davanti alla Triennale. Per essere convincenti Palazzo Marino e Questura, oltre a schierare in tarda serata poliziotti in tenuta antisommossa, hanno chiesto ad Atm un mezzo con le grate alle finestre, di quelli che venivano utilizzati per trasportare i clandestini, come avvertimento. «Così gli abusivi capiscono con chi hanno a che fare - commenta il vicesindaco Riccardo De Corato -: se hanno il coraggio di tornare, li portiamo con il pullman, parcheggiato in viale Alemagna a monito - immediatamente in Questura». Per liberare la zona sono stati inoltre chiamati dei carri attrezzi. Dopo momenti ad alta tensione, e mentre una delegazione andava a Palazzo marino per cercare una mediazione, gli ambulanti si sono arresi. Hanno preso i loro mezzi e si sono diretti al parcheggio di Pagano, ma con l’intenzione, non troppo nascosta, di tornare. «Domani torneremo a difendere il nostro spazio - dice Marco, che si era sistemato con il suo camper nella area che da tre anni viene occupata dagli ambulanti non autorizzati -. Il riconoscimento di un’area per i piccoli artigiani all’interno della tradizionale fiera, che si tiene dal 5 all’8, c’è sempre stato. C’è gente che viene da tutta Italia. I nostri rappresentanti hanno incontrato capigruppo del Prc, Vladimiro Merlin, e del Pdci, Francesco Rizzati, e Andrea Fanzago del Pd, per chiedere loro una “mediazione“». «Il Pd si trova in uno stato confusionale - commenta De Corato -: prima Penati chiede l’esercito contro abusivi, poi i consiglieri comunali ricevono una loro delegazione».
Intanto l’assessore alle Attività produttive, Giovanni Terzi lanci il suo ultimatum: «Sono soddisfatto per come le forze dell’ordine hanno risolto la situazione. Gli Oh bej! oh bej non c’è spazio per l’illegalità e gli abusivi lo devono capire. Se, però, si dimostreranno rispettosi e non creeranno nuovi disordini, allora sono disponibile dal giorno dopo la fine delle fiera e sedermi al tavolo con loro per discutere dell’anno prossimo».