Accanto ad Agca c’era un altro killer

Era Sergei Antonov l'uomo fotografato in piazza San Pietro il 13 maggio 1981, giorno dell'attentato a Giovanni Paolo II. Lo ha stabilito una perizia della polizia scientifica. Secondo gli accertamenti effettuati, l'uomo dal colorito olivastro con i baffi e gli occhiali ripreso sulla piazza mentre guarda in direzione del pontefice, già colpito dalla pistola di Ali Agca, sarebbe proprio Serghei Ivanov Antonov, il bulgaro processato e assolto per insufficienza di prove.L'esito della perizia della scientifica è stato reso noto oggi in commissione Mitrokhin da Paolo Guzzanti. La posizione del bulgaro al di là del colonnato su un'auto pronta per la fuga di Ali Agca, secondo la relazione della commissione, «significa probabilmente che Agca era destinato a morire dopo aver ucciso il Santo padre e che gli sviluppi convulsi per il fallimento dell'attentato hanno sconvolto i piani».