Accessori di stile all’insegna del puro talento italiano

Agli inizi degli anni Ottanta, mentre era presidente di alcune aziende del Gruppo Lamborghini, il cavalier Tonino Lamborghini decide di dare più spazio ad una sua passione personale: fonda così nel 1981 la «Tonino Lamborghini Style and Accessories».
Traendo ispirazione dalle sue precedenti esperienze professionali nel campo dell'ingegneria e del design, estende il concetto di lusso ai prodotti capaci di evocare un mondo caratterizzato da tecnologia e innovazione: orologi, occhiali, profumi, accessori in pelle, oggetti d’arredamento, linee di abbigliamento realizzate con la migliore qualità e i materiali più pregiati, un universo coordinato di complementi di stile, che esprimono quello che viene definito il «puro talento italiano».
La riconoscibilità del marchio del «toro che carica» è stata sin dalle origini un tutt'uno con il concetto di made in Italy e dei suoi elementi distintivi di design e stile.
Lo spirito italiano dell’azienda bolognese nel tempo è stato declinato in prodotti differenti per i quali, spesso, la lavorazione della pelle ha dimostrato di essere un ulteriore valore aggiunto di artigianalità tipica italiana.
Nell’arco di trent’anni, la voglia di sperimentare ha poi portato la Tonino Lamborghini a usare la pelle con scelte stilistiche e produttive diverse: partendo dalla piccola pelletteria con inserti in gomma pneumatica delle primissime collezioni con chiara ispirazione automobilistica fino ai mocassini in camoscio in grado di soddisfare un gusto più classico, passando per la sneaker in pelle di vitello slavata e più vicina a un gusto giovane e contemporaneo.
Il cavaliere Tonino Lamborghini ha da sempre la capacità di guardare verso il futuro con dinamicità e atteggiamento proattivo, in una continua volontà di andare alla ricerca di prodotti innovativi e originali, che si discostano dal solito accessorio alla moda. Come la gamma dei telefoni cellulari «Spyder Mobile». Prodotti che potranno sembrare azzardati, ma che a un marchio che ha il concetto di sfida rappresentato nel proprio logo e nella propria storia sono apparsi come un’opportunità stilistica nell’agguerrito panorama del lusso, o meglio del cosiddetto «luxury lifestyle», di una vita all’insegna del lusso. Telefoni di lusso quindi, resi esclusivi da un design italiano fortemente evocatore del marchio e da materiali di prestigio.
Il processo di attribuzione di valore non si è fermato alla semplice miscela di elementi, materiali e componenti di eccellenza, ma come ha sottolineato il cavalier Lamborghini, il reale processo di creazione è consistito nel «rendere un oggetto, e la sua tecnologia, un’icona per chi lo possiede».
I valori del brand e i connotati tecnologici hanno trovato così forma e realizzazione nella cover in vera pelle di coccodrillo, nel display da due pollici ricoperto da un vetro zaffiro antigraffio dalle tonalità blu, nelle funzioni digitali e nel logo tridimensionale del «toro che carica» come firma non solo di un prodotto, ma di uno stile riconoscibile.
In un mercato in cui la tecnologia e il design sembrano essere i parametri primari, la scelta di arricchirlo con inserti in pellame di alta qualità permette di ampliare la «portata» del prodotto, elevandolo ad accessorio di stile o nella versione con diamanti a icona.
Perché la personalità del prodotto emerge proprio nella sua consistenza, nell'accurata lavorazione della pelle di coccodrillo e negli inserti preziosi, che gli donano un’evidente funzione distintiva rispetto ad altri prodotti della stessa gamma.