Acciaio nero abbinato alla fibra di carbonio

L'Amministratore Delegato del Gruppo Morellato-Sector, Massimo Carraro, aveva sottolineato, nei primi mesi di quest'anno, riferendosi ai brand in portafoglio del Sector Group: "L'azienda ha enormi potenzialità e per ripartire ha solo bisogno di ripianare le perdite e tornare ad avere fiducia nelle proprie capacità". Dopo i primi sei mesi di duro lavoro, l'ottimismo di Carraro è sembrato consolidato e, addirittura, cresciuto: "Sector ha una forza e una notorietà a livello internazionale notevolissima - ha aggiunto Carraro -, perché non è un nome ma un vero e proprio marchio, con un'identità indiscutibile ed una conseguente elevata 'brand awareness'. Il concetto No Limits, il richiamo a precisi valori ed allo sport estremo, tutto ciò che Sector ha costruito negli anni '80-'90, da assoluto precursore, ha avuto ed ha tuttora un riconoscimento senza eguali nel mondo dell'orologeria. La nostra strategia sarà la continuità con la filosofia Sector degli anni '90: quel periodo vincente in cui il brand era leader assoluto di mercato per la sua immagine sportiva, per essere un prodotto maschile, tecnologicamente avanzato, di qualità. L'identità, dunque, è e rimane lo sport. Con Sector, dunque, lavoreremo sull' innovazione tornando alle origini della marca e sottolineando il suo, come dicono gli americani, value for price".
E questa tradizione continua oggi, con i nuovi Sector Mountain Master e 500. Per quanto concerne il primo, si tratta di un esemplare analogico-digitale capace di venire incontro, con la sua multifunzionalità, alle esigenze degli sportivi puri, non solo in montagna: infatti, è rivolto a chi desidera un orologio sorprendente e dalle notevoli capacità tecniche, che possa aggiungere stile e dinamicità alla vita di tutti i giorni. Scendendo nel dettaglio, ci troviamo di fronte ad un potente guscio in acciaio dal diametro di 47 mm, con pulsanti e corona (a vite) dalla notevole evidenza strutturale con guarnizioni sovradimensionate, vetro minerale, movimento al quarzo Swiss Made (calibro Sector QAE57) dotato di sensori, display illuminabile per elettroluminescenza, indici e lancette a loro volta luminescenti e impermeabilità fino alla pressione di 10 atmosfere (grazie anche al fondello serrato a vite). Il computer interno permette di visualizzare le funzioni di altimetro, barometro, termometro e bussola, mentre la ghiera girevole bi-direzionale (che può anche essere trattata PVD in nero) non è altro che un regolo calcolatore, utile per fare moltiplicazioni, divisioni e proporzioni; il prezzo del Mountain Master è di 380 euro. Ogni particolare è stato studiato nei laboratori Sector seguendo le direttive artistiche di esperti come Franco Bosisio, direttore creativo e nome riconosciutissimo nel settore. Procedura che si rivela in tutta la sua efficacia anche nel Sector 500, modello realizzato su cassa tonneau in acciaio rifinito nero PVD, garantita impermeabile fino a 10 atmosfere. Sotto il vetro minerale a doppia curvatura, infatti, possiamo notare un quadrante in fibra di carbonio fissato, sulla zona metallica esterna, da quattro viti esagonali poste ai quattro angoli, con lancette a bastone e indici a barretta applicati e luminescenti. Una soluzione strutturale ed estetica che incrementa moltissimo l'aggressività dell'orologio. Il movimento al quarzo ETA G10.71, permette di visualizzare le indicazioni cronografiche (secondi crono al centro, minuti crono al 10, decimi di secondo al 2), i secondi continui al 6, la data a finestrella al 4, mentre sul rehaut è possibile anche fruire della scala tachimetrica. Completano l'insieme (in commercio al prezzo di 260 euro) pulsanti crono a "oliva", assai composti e discreti, e cinturino è in pelle nero con fibbia in acciaio. Il Sector 500 è disponibile anche con gruppo pulsanti-corona ed altri elementi del quadrante placcati in oro rosa, al costo di 285 euro. Il Gruppo Sector ha un portafoglio marchi che ha pochi eguali: Pirelli PZero, No Limits, Sector, Philip Watch. Nell'ambito griffe, troviamo Roberto Cavalli, Just Cavalli, Moschino e Miss Sixty.