Accoglienza Bussano 40 nigeriani: «Li ospiterò per poco, siamo pieni»

Ospitati ma non per molto: «Siamo già pieni». Sono in gran parte nigeriani, i quaranta stranieri trasportati ieri alla Casa della Carità. Mali e Algeria sono altri paesi di provenienza degli immigrati - annunciati inizialmente come di origine tunisina - tutti giovani e in buone condizioni di salute.
Come spiegato dalla protezione civile, ieri mattina a Milano sono arrivati sette pullman carichi di stranieri provenienti da Bari. Una quarantina sono stati portati alla Casa della Carità, i restanti finiranno in altri centri lombardi. Alcuni stranieri, che parlano poco inglese, dicono di essere arrivati qualche settimana fa in Sicilia.
L’arrivo ha colto di sorpresa don Virginio Colmegna. «Metteremo a disposizione l’auditorium per qualche giorno, daremo a disposizione le docce e la mensa, secondo la nostra filosofia di accoglienza - ha spiegato Colmegna mentre gli stranieri entravano con le nel centro - qui però non possono stare a lungo perché siamo già pieni, troveremo le brande». Il direttore del centro ha poi lanciato un messaggio. «A questa città che non vuole affrontare le emergenze diciamo di recuperare le energie». «Spero - ha aggiunto - di ricevere una telefonata dall’assessorato ai Servizi Sociali, ma state certi che non lotteremo da soli, c’è il volontariato che si sta già attrezzando».