Accoltella moglie e figlio e si uccide gettandosi dal balcone di casa

Tragedia in provincia di Milano: un uomo di circa 70 anni ha ferito con un'arma da taglio la moglie e il
figlio nel corso di una lite e si è, poi, suicidato gettandosi dalla
finestra della sua abitazione

Milano - Un uomo di circa 70 anni ha ferito con un'arma da taglio la moglie e il figlio nel corso di una lite e poi si è suicidato gettandosi dalla finestra della sua abitazione. E' accaduto la scorsa notte a Bresso, nel Milanese.

Feriti figlio e moglie Secondo quanto riferito dal 118, intervenuto sul posto, il figlio, S. M. di 42 anni, dell'uomo è stato trasportato all'ospedale Niguarda di Milano con gravi ferite all'addome ed operato. Non si conoscono al momento le sue condizioni. La donna, C. A. di 71 anni,, ha riportato ferite più lievi ed è stata ricoverata all'ospedale Fatebenefratelli di Milano. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Sesto San Giovanni. Il figlio, affetto da disabilità mentale, è in gravissime condizioni secondo quanto riferito dai carabinieri. La donna, invece, é ferita al gluteo e non rischia la vita.

La ricostruzione dei fatti Secondo una prima ricostruzione dei militari, l'anziano, S. R. di 69 anni, si sarebbe svegliato durante la notte e avrebbe preso un coltello da cucina con la lama di 30 centimetri, sarebbe andato nella stanza del figlio e lo avrebbe colpito una ventina di volte. La moglie, svegliatasi per le urla del figlio, è intervenuta in sua difesa venendo colpita a sua volta dal marito. A quel punto, sarebbe uscita dall'appartamento urlando e attirando l'attenzione dei vicini, che hanno chiamato i carabinieri.

Il suicidio dal balcone Nel frattempo S. R. si è gettato da una finestra della casa, al quinto piano dell'edificio, ed è morto poco dopo l'arrivo dei soccorsi. Secondo quanto riferito dai vicini, accadeva spesso che il figlio disabile della coppia si svegliasse durante la notte e iniziasse a urlare e a dare pugni alle pareti. Per questo motivo in un primo momento non hanno dato troppo peso alle grida che provenivano dall'appartamento.