Accoltella il nipote: cingalese in cella per tentato omicidio

È stato identificato dai carabinieri il presunto autore del tentato omicidio verificatosi alla periferia di Novate Milanese il 18 giugno, quando un cingalese di 32 anni fu gravemente ferito con tre coltellate. L’arrestato è lo zio e convivente della vittima, W.J.M., 46 anni. «Un soggetto violento - precisano i militari della Compagnia di Rho - sia all’interno della sua abitazione sia sul posto di lavoro». Secondo la ricostruzione degli investigatori, quando il ragazzo gli ha comunicato che se ne sarebbe andato via di casa, non più disposto a sopportare ulteriori soprusi, lo zio lo ha insultato, picchiato e inseguito in strada armato di roncola, dove lo ha ferito all’addome. Alla scena ha assistito un cittadino che ha chiamato subito il 118, permettendo così il suo immediato soccorso. I medici lo hanno poi salvato grazie a una lunga operazione chirurgica.