Accoltella papà che picchia la madre

PENTITO Il giovane ha subito chiamato il 118, poi si è consegnato ai carabinieri. Ora è nel carcere di San Vittore

I genitori litigano, il padre picchia la madre, lui afferra un coltello e colpisce il genitore violentemente perforandogli l’intestino. È accaduto sabato sera in un’abitazione di via Ugo la Malfa, a Peschiera Borromeo.
Sono da poco passate le 21, M.M., 22 anni, agente immobiliare di professione, è in casa con i genitori con i quali abita. Improvvisamente i due iniziano a litigare, pare per motivi di gelosia, e ben presto dalle parole si passa ai fatti. L’uomo sferra un violento pugno alla consorte ed è a quel punto che il giovane esplode come mai aveva fatto in precedenza. Afferra un coltellaccio da cucina, dalla lama lunga 20 centimetri, e colpisce con un unico fendente al ventre il genitore E.M., 47 anni, causandogli una ferita profonda e perforando anche l’intestino. Poi il giovane realizza quanto ha fatto. È lui stesso, infatti, ad allertare tutti disperato, come spiegano anche i carabinieri intervenuti poco dopo sul posto, perché venga aiutato il padre. Chiede al fratello, presente alla scena, di fare qualcosa. Contatta subito il 118. Il padre viene portato dai soccorsi, in prognosi riservata, al San Raffaele dove viene operato d’urgenza e ieri era in condizioni stabili. Il figlio viene arrestato per lesioni gravissime e portato a San Vittore.