Accoltellata alla gola e gettata in mare

Uccisa con due coltellate alla gola e gettata in mare. Sono finite così, su una spiaggia di Bovalino, centro sulla costa ionica Reggina, le speranze di una vita migliore di una trentenne moldava, Olesia Ciobanu, giunta solo da un mese in Italia: faceva la badante nella casa di un anziano. L’omicidio è stato scoperto ieri mattina, quando una telefonata anonima alla polizia ha fatto trovare il cadavere della donna sulla battigia. Sul corpo, il medico legale ha riscontrato numerose ecchimosi, segno che la donna, prima di essere uccisa, è stata picchiata. Olesia potrebbe essere stata invitata ad uscire da qualcuno che conosceva e che poi l’ha uccisa. Forse un delitto passionale.