Accoltellato dal convivente della madre

Un uomo di origine albanese ha accoltellato all’addome il figlio ventenne della sua convivente ucraina al termine di una violentissima lite ed è poi fuggito. Il ragazzo è stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale San Paolo dove è stato immediatamente portato in sala operatoria. La prognosi è riservata, ma non dovrebbe essere in pericolo di vita. L’episodio intorno alle 20 in via Campazzino. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i soccorritori del 118, avvertiti con ritardo dalla madre della vittima. La donna, avendo il cellulare privo di credito, pensava di non poter effettuare nemmeno le chiamate di emergenza.