Acconto di 0,25 euro sul dividendo 2005

da Milano

Il consiglio di amministrazione di Autostrade, riunitosi ieri sotto la presidenza di Gian Maria Gros-Pietro, ha deliberato la distribuzione di un acconto sul dividendo dell'esercizio 2005 pari a 0,25 euro per azione, per un totale di 143 milioni di euro. Lo rende noto la società aggiungendo che l'acconto del dividendo, al lordo delle eventuali ritenute di legge, sarà messo in pagamento dal 24 novembre 2005, con stacco della cedola numero 3 il 21 novembre prossimo. La determinazione dell'acconto sul dividendo 2005, nell'ambito dei limiti previsti dall'articolo 2433 bis del Codice civile - si legge nella nota - è avvenuta sulla base della situazione contabile al 30 giugno 2005 di Autostrade spa, che presenta un utile netto di 195 milioni di euro, ed in considerazione anche della plusvalenza realizzata con la cessione di Europpass ad agosto 2005. E Sulla notizia del dividendo i titoli dell'azienda facente capo alla famiglia Benetton hanno ieri ingranato la marcia a metà pomeriggio e hanno chiuso la seduta a Piazza Affari in rialzo del 2,1% attestandosi a 18,59 euro. L’azione si è così risollevata dopo le flessioni iniziate a ottobre e che hanno deprezzato del 10% la quotazione. Il gruppo Autostrade si posiziona al primo posto in Europa tra i concessionari di costruzione e gestione di autostrade a pedaggio e dei connessi servizi alla mobilità. In Italia circa 4 milioni di viaggiatori, pari all’8% della popolazione, transitano quotidianamente sulla rete del gruppo, che si estende per 3408 chilometri. Per i prossimi anni la società investirà 10 miliardi di euro per ammodernare la rete autostradale italiana e adeguarla alle nuove necessità della vita economica e di movimento delle persone e delle merci.