Accor scivola a Parigi

L’attesa di importanti notizie economiche, tra le quali la pubblicazione del Beige book, che misura lo stato di salute dell’economia statunitense, hanno frenato qualsiasi movimento speculativo a New York i cui indici hanno oscillato intorno alle chiusure della vigilia. A ciò si è aggiunta la notizia che la Ford ha richiamato 3,8 milioni di vetture per difetti tecnici, con il titolo che tuttavia migliora di qualche frazione. In marcato ribasso Altera (meno 8%) sulla base di risultati poco soddisfacenti. Positive le chiusure di McDonald’s (più 2,6%), Micro Devices (più 1,6%) ed eBay (più 1%). Andamento piatto delle piazze europee, per effetto del calo dei titoli energetici, con flessioni intorno all’1,6% per i big del settore. A Londra, in crescita Cairn Energy (più 2,3%) su voci di interesse da parte dell’Eni. In salita anche Hays (più 3,2%) e William Hill (più 3%); vola a Parigi il titolo Crédit Agricole (più 7,2%, mentre cede Accor (meno 2,9%).