Accordino il Borghese «Relazioni» alle Erbe

Viviana Persiani

Questa sera al Teatro Libero Corrado Accordino firmerà la messinscena de Il Borghese gentiluomo 3.0. Rispettando i canoni della Commedia dell’Arte, in una scenografia scarna e geometrica, le maschere di Pantalone, Arlecchino, Colombina, del Capitano e degli innamorati diventano il pretesto per svelare la magia dei ruoli e dei travestimenti scenici.
Speak truth to power, di Ariel Dorfman, tratto dal libro di Kerry Kennedy, da martedì sulla scena del Teatro Strehler per la regia di Lucio Dalla (autore anche delle musiche), è dedicato a chi, nel mondo, difende i diritti dell’umanità violata.
Doppio debutto questa settimana al Teatro Litta, dove domani, il regista Filippo Dini metterà in scena Take me away di Gerald Murphy, mentre nella sala «La Cavallerizza», venerdì sarà di scena Mac Beth, una riscrittura dell’opera di Shakespeare.
Al Teatro della Memoria, in scena da martedì, Ad un passo dal cielo di Aldo Rapè per la regia di Maria Gabriella Giovannelli.
Prosegue, il 24, al Teatro Olmetto la piccola antologica del Gruppo I Fratellini e Gruppodaccapo e il Festival «Venezia, la commedia impazza» con la messinscena di La Venexiana.
La compagnia di artisti giapponesi Tao, in prima nazionale al Teatro Smeraldo, darà vita, domani, a uno spettacolo di commistione tra la tradizione musicale millenaria dell’Oriente e coreografie originali dal ritmo trascinante.
Changing Parts-Untitled è lo spettacolo presentato, domani, alla Scuola Paolo Grassi dagli allievi del terzo corso di teatrodanza.
Alla Mèta, «componimento per un uomo una mezza donna e un artificio» è il visionario allestimento in scena il 24, al Teatro Arsenale.
Martedì mattina, spettacolo-lezione alla Scatola Magica del Teatro Strehler su Goldoni al Teatro delle marionette.
Sulla scena del Teatro Officina, mercoledì sarà la volta di Milano, la vita e il sogno; per la regia di Massimo De Vita l’affabulatore Antonio Bozzetti,richiamando la poesia di Porta, di Tessa, di Bacini e di Loi, narra della vita popolare in Viale Monza, ambientando le varie vicende storiche nella Milano degli anni Trenta.
Spettacolo vietato ai minori giovedì al Teatro delle Erbe con l’allestimento scenico di Tardoni de Le relazioni pericolose.
David Anzalone, detto Zanza, giovedì al Teatro Ciak sarà il protagonista di Targato H, uno spettacolo divertente e ironico per uscire dai luoghi comuni sull’handicap.
Studio 1 è il nuovo spettacolo, in anteprima nazionale, di Davide Enia in scena giovedì al Pim Spazio Scenico.
Domenica al Teatro Blu i Macrò Maudit con Giulio Baraldi, saranno gli interpreti di Nel fango del Dio pallone.