Accordo Ansaldo-Bombardier

da Milano

Finmeccanica e Bombardier insieme per i treni dedicati all’alta velocità, con un obiettivo immediato: la gara che le Ferrovie italiane si apprestano ad avviare per acquisire 50 treni Tav, un programma che vale almeno 1,5 miliardi di euro.
Le due aziende metteranno a fattor comune know-how ed esperienza nel settore: entrambe hanno infatti realizzato treni ad alta velocità e ora puntano sia al mercato italiano sia a quello internazionale, affrontando rivali come Alshtom e Siemens. Finmeccanica ha scelto Bombardier dopo aver valutato le proposte degli altri protagonisti del settore ferroviario. Per ora, secondo quanto confermano sia l’ad di AnsaldoBreda, Roberto Assereto, sia l’ad di Bombardier Trasnportation Italia, Roberto Tazzioli, si tratta di un accordo di programma. Finmeccanica è da tempo alla ricerca di un partner strategico per AnsaldoBreda e questa prima scelta in favore di Bombardier, rende più facile trovare accordi su altri prodotti e pensare a una futura alleanza strutturale. Soprattutto se, come previsto, AnsaldoBreda tornerà in nero dal 2009 e se i due partner riusciranno ad aggiudicarsi la commessa nazionale.