Accordo con Bankitalia sulla «Banca quasi unica»

La Popolare di Milano è vicina al compromesso con Bankitalia sulla «Banca unica». Il riassetto, caldeggiato dalla Vigilanza per rendere più efficiente la struttura di Piazza Meda insieme all’aumento di capitale, prevede ora l’inserimento della Cassa di Alessandria nel perimetro della Banca di Legnano, preservando però il marchio dell’istituto piemontese e la sua visibilità nelle filiali. La Popolare di Mantova rimarrà invece autonoma per altri 18-24 mesi. Si tratta di una mediazione, raggiunta dal vertice della banca in un incontro con la Vigilanza e dimostra la volontà di Bipiemme di rispettare i paletti posti da Mario Draghi ma anche di difendere la propria governance. Un buon viatico per trovare un punto di incontro anche sul più spinoso nodo delle deleghe di voto. Magari a quota «4», a metà strada tra le 3 attuali e le 5 chieste da Bankitalia.