Accordo Benetton-Tata

Draghi sui mutui: «Non sappiamo se il peggio è già alle spalle»

da Milano

Sarà annunciata martedì a Mumbai l’alleanza tra Benetton e il conglomerato indiano Tata per la distribuzione del marchio di abbigliamento Sisley. Secondo l’agenzia Apcom si tratta di un accordo di partnership tra il gruppo veneto e Retailer Trent, società del gruppo Tata che possiede la catena di abbigliamento Westside. La notizia era stata anticipata ad agosto dal quotidiano Economic Times, ma smentita dal direttore di Benetton India, Sanjeev Mohanty, secondo cui il marchio Sisley «era distribuito con la formula del franchising e continuerà a essere così». A firmare l’accordo saranno il vicepresidente Alessandro Benetton e il direttore di Trent, Noël Tata. Secondo indiscrezioni l’andamento di Sisley in India, un marchio di fascia alta, non sarebbe all’altezza delle aspettative.
Il gruppo Tata è entrato nel settore della moda nel 1997 quando comprò una catena di abbigliamento britannica poi ribattezzata Westside che oggi è presente nei principali mega mall metropolitani. Nel 2005 la sussidiaria Trent ha lanciato la catena di ipermercati India Star Bazaar.