Accordo Cai e sindacati: via alle assunzioni La diffida del fronte del no: contratti collettivi

Chiusa la questione contratti con la firma di tutte le organizzazioni confederali: ora si parte con le 12.630 assunzioni. Un'altra giornata difficile negli aeroporti. A Fiumicino sono decine i voli cancellati. Disagi anche per lo sciopero dei piloti Air France

Roma - Via con le assunzioni. La Cai, la nuova società creata nell’ambito del piano di salvataggio per Alitalia, ha firmato con Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporti "l’accordo in applicazione delle intese sottoscritte a settembre e di quelle firmate a Palazzo Chigi il 31 ottobre scorso". Una intesa sull’applicazione delle regole per procedere ora con l’assunzione dei dipendenti della "vecchia" Alitalia. L'accordo di fatto dà il via alle riassunzioni dei 12.630 dipendenti che entreranno a far parte della nuova compagnia. "Questo atto formale - sottolineano i quattro sindacati in una nota congiunta - mette fine una volta per tutte alle polemiche pretestuose e strumentali che in questi giorni sono state avanzate da alcune parti circa i termini per le assunzioni del personale".

I termini L’accordo, in particolare, prevede tra i criteri di scelta la tutela dei lavoratori attualmente beneficiari della temporanea sospensione dell’obbligo di lavoro per i seguenti punti: gravidanza o maternità fino al compimento di un anno di età del bambino; personale di terra in gravidanza o maternità allo scadere del periodo di astensione obbligatoria; dipendenti temporaneamente inidonei al servizio fino allo scadere di questa inidoneità entro i 365 giorni dal ricevimento della comunicazione di avvenuta selezione; il periodo di temporanea sospensione dell’obbligo di lavoro sarà valido ai fini dell’anzianità aziendale maturato presso il gruppo Alitalia fino al momento della cessazione del rapporto di lavoro.

Sabelli: "Via libera alle assunzioni" "Quello di oggi è un passaggio necessario per poter dare finalmente il via libera alle assunzioni". Rocco Sabelli, l’amministratore delegato della Cai che si appresta a rilevare asset di Alitalia per far rinascere la compagnia in una nuova azienda, ha commentato così l’intesa raggiunta oggi con i sindacati confederali per l’applicazione degli accordi sui criteri di assunzione dei dipendenti.

La retribuzione L’intesa raggiunta conferma inoltre il trattamento mensile complessivo del personale navigante che Cai assumerà da Alitalia in una misura non inferiore al 93%, a parità di attività di quello precedente spettante al personale del gruppo Alitalia. Le parti inoltre hanno convenuto che il personale navigante maturi un giorno di riposo supplementare qualora nel trimestre di riferimento abbia superato 195 ore di volo. L’accordo firmato oggi avvia di fatto - spiegano i sindacati - la fase applicativa ed impegna formalmente la Cai e i sindacati al proseguimento del lavoro e a una attività di monitoraggio congiunto e di verifica delle applicazione delle intese. Infine per ciò che riguarda gli scatti biennali di anzianità le parti hanno convenuto sull’opportunità di trovare una soluzione condivisa. I sindacati "esprimono soddisfazione - conclude la nota - per l’accordo definito che risponde alle richieste nonché alle tutele avanzate dal sindacato durante tutta la complessa fase negoziale. Criteri che dimostrano, fuori ogni dubbio che alcune tutele fondamentali dei lavoratori costituissero elemento discriminante per il raggiungimento di un’intesa che consentirà la nascita di una nuova compagnia aerea italiana".

Disagi per chi vola Ancora una giornata difficile per chi deve volare. Ancora pesanti disagi oggi per i passeggeri di Fiumicino. Sono circa 60 i voli cancellati oggi da Alitalia, per l’arco dell’intera giornata. Questa la stima al momento da parte della compagnia. I voli soppressi sono 30 in partenza e 29 in arrivo. Si tratta di cancellazioni causate dallo sciopero bianco di piloti ed assistenti di volo del ’fronte del nò. Alcune cancellazioni sono dovute anche agli strascichi dei disagi causati dal maltempo di ieri a Roma che hanno interessato l’aeroporto Leonardo Da Vinci.

La diffida del fronte del no I sindacati autonomi del fronte del no alla Cai, con una lettera, hanno diffidato la società cretaa dalla cordata di imprenditori italiani "dal procedere all’offerta di assunzioni a dipendenti del gruppo Alitalia o Air One proponendo contratti collettivi di lavoro aziendali CAI difformi nella sostanza e nella forma da quanto concordato e sottoscritto durante il mese di settembre presso Palazzo Chigi tra CAI e tutte le sigle sindacali rappresentanti il personale del Gruppo Alitalia". La lettera è firmata da Anpac, Up, Avia, Anpav e SdL.

Sciopero AirFrance-Klm Anche oggi lunga fila di passeggeri ai voli internazionali, per cercare di essere riprotetti e non mancano viaggiatori penalizzati da cancellazioni operate ieri. "Dovevo partire ieri per Sofia - racconta un passeggero - ma sono ancora qui, spero di riuscire a farlo nel corso della giornata". Alle cancellazioni Alitalia, si devono sommare oggi, al Leonardo da Vinci, anche tre tre voli per Parigi, ed altrettanti in arrivo, a causa dello sciopero di 4 giorni dei piloti di Air France-Klm che protestano contro un progetto di legge che prevede di portare da 60 a 65 anni l’età massima di servizio in volo.