Accordo fatto

Più veloci della luce. Quello dipenderà da grinta e allenamento. Certamente gli sportivi che si preparano al Centro sportivo XXV Aprile di via Cimabue, zona San Siro, potranno finalmente contare entro fine anno su una pista di atletica senza toppe. Palazzo Marino, dopo il protocollo d’intesa firmato cinque mesi fa con il Coni che ha accettato di investire sulla ristrutturazione degli impianti milanesi anche in vista di Expo, ha sbloccato un milione di euro di fondi che consentiranno nei prossimi giorni a MilanoSport (la società che gestisce l’impianto) di aprire il bando per assegnare i lavori di restyling in tempi brevissimi. Una prima fase dell’intervento, perché il Comune conta di investire complessivamente sul recupero del XXV Aprile 2,4 milioni (400mila euro saranno appunto rimborsati dal Coni a fine cantiere), per realizzare una palestra e riqualificare i campi da tennis.
«Dopo mesi di lavoro - ricorda l’assessore allo Sport Alan Rizzi - a marzo siamo riusciti a stringere questo accordo che sancisce il ritorno di investimenti del Coni nazionale dopo trent’anni sugli impianti milanesi». E sottolinea come gli interventi, «riguarderanno soprattutto impianti dedicati agli sport minori, dove si allenano federazioni e associazioni».
Sono una decina le strutture che Palazzo Marino conta di rimettere in sesto prima della fine del mandato. Dopo il XXV Aprile, anticipa Rizzi, «interverremo sul centro sportivo Crespi, dove c’è un campo non utilizzato da anni e che solo di recente è tornato in capo all’amministrazione, ora vogliamo rimetterlo a disposizione delle società». In cantiere anche il restilyng delle piscine Bacone, Cozzi e Cardellino, una nuova illuminazione per il Vigorelli.
Dopo l’ok della Sovrintendenza, nei giorni scorsi anche il Comune ha sbloccato i lavori - da sette milioni di euro - per far partire i lavori del nuovo palazzetto dello sport al Palalido, che dopo l’ampliamento dovrebbe anche cambiare il nome in PalaArmani. Anche in questo caso la pubblicazione del bando è attesa nei prossimi giorni, l’obiettivo è finire i lavori per la primavera del 2011. I tifosi di basket troveranno nuove tribune che faranno salire la capienza a cinquemila posti, ci saranno gli sky box come a San Siro.