Accordo Itacoprecast-Rhdf Migliaia di abitazioni da realizzare in Russia

È italiana la società che contribuirà a realizzare, in Russia, due nuove fabbriche per la produzione di costruzioni industrializzate. La Itacoprecast, guidata dal presidente Michele Randolfi e dall’amministratore delegato Massimo Dal Lago, ha siglato un accordo con la Rhdf Russian housing development foundation (Fondazione del governo di Mosca) che ha ricevuto, dallo Stato, il mandato di risolvere l’attuale carenza abitativa nel Paese con nuove tecnologie che favorissero l’occupazione e riducessero i tempi di costruzione.
Il progetto prevede la realizzazione, a Taganrov (Rostov), di una prima fabbrica in grado di realizzare, insieme alle relative infrastrutture e urbanizzazioni, 5.000 appartamenti di social housing l’anno, per un investimento iniziale di 100 milioni. Il secondo, delle stesse dimensioni, è localizzato a Saratov. Itacoprecast garantisce la realizzazione di 20 appartamenti al giorno con tre livelli di finiture. L’iniziativa intende dare un forte impulso al mercato italiano del settore edile, in crisi. In Russia, a tal proposito, le condizioni di mercato sono favorevoli: alla notevole richiesta di alloggi per nuove famiglie, si somma quella del 61% dei proprietari di case che sono insoddisfatti delle condizioni delle proprie abitazioni. «Innovazioni e idee vincenti - si legge in una nota - hanno dimostrato, con gli uomini e i soci coinvolti nell’operazione (tra cui l’imprenditore immobiliare Gabriele Sabatini) di poter dare un importante contributo per ridurre il fabbisogno abitativo del Paese.