Accordo Mbda-Avio nel settore missili

da Milano

Mbda France e Avio (partecipata da Finmeccanica) hanno firmato il contratto di produzione dei booster per il missile Aster 30 e delle alette per i missili Aster 15 e Aster 30. Il valore è di circa 180 milioni di euro. L’intesa rientra nell’ambito del contratto Aster Phase 3 firmato dalla Occar nel 2003. La cooperazione tra Mbda e Avio Group, iniziata 10 anni fa con il contratto Phase 2 e proseguita con il Paams, viene cosi confermata.
Con un giro d’affari annuo di oltre 3 miliardi di dollari, un portafoglio commesse superiore ai 13 miliardi e oltre 70 clienti in tutto il mondo, Mbda è un leader mondiale dei sistemi missilistici. Attualmente Mbda vanta 45 programmi di sistemi missilistici e di contromisure in servizio operativo. Mbda è controllata congiuntamente da Bae Systems (37,5%), Eads (37,5%) e Finmeccanica (25%).
Avio è presente in Italia e all’estero con 14 insediamenti e 4.800 dipendenti. Opera in quattro settori di attività: moduli e componenti per motori aeronautici, revisioni motori civili e governativi, spazio e turbine aeroderivative per applicazioni navali. Nel 2004 ha fatturato 1.220 milioni di euro. Avio è leader mondiale per quanto riguarda le trasmissioni di potenza. La Divisione Spazio, già leader europeo nella propulsione a propellente solido sia nel settore civile (Ariane) che nel militare (Aster), sta sviluppando attraverso l'azienda partecipata Elv il nuovo lanciatore leggero europeo Vega, il cui primo volo è previsto alla fine del 2007. Il gruppo Avio è controllato al 70% dal fondo d'investimento Carlyle (Usa) ed al 30% da Finmeccanica.
«Questa firma - ha dichiarato Franco Lucidi, group procurement director - è un nuovo passo avanti nella realizzazione del programma Aster Phase 3 e un’ulteriore dimostrazione della cooperazione europea».