Accordo fra presidente e premier: elezioni il 30 settembre

Kiev - Si è fermata sull'orlo di una guerra civile la crisi politica e istituzionale in Ucraina, dove da mesi ormai il presidente Viktor Iushenko era ai ferri corti con il suo avversario politico, il primo ministro Viktor Ianukovic. Nella notte i due hanno trovato un accordo: indire le elezioni politiche anticipate per il 30 settembre. " La crisi politica in Ucraina è finita. abbiamo trovato una soluzione, un compromesso", ha dichiarato il presidente con a fianco il premier dopo una notte di estenuanti trattative. "L'Ucraina esce più forte da questa crisi. Abbiamo trovato una via democratica l'uno verso l'altro" ha aggiunto soddisfatto. Ianukovic ha da parte sua sottolineato la necessità di non ripetere gli errori del passato. "Faremo di tutto perché questo non avvenga ancora, non ripeteremo i nostri errori né le nostre emozioni", ha dichiarato. Martedì e mercoledì il parlamento si esprimerà con un voto sull'accordo e metterà fine definitivamente alla crisi varando gli atti necessari allo svolgimento delle consultazioni. Lo scorso mese, il presidente aveva sciolto il parlamento per due volte, chiamando le Camere a nuove elezioni. Ne era nata una battaglia sulla divisione dei poteri che ha trascinato l'ex stato sovietico in una lunga crisi.