Accordo in Russia nel mercato del gas

Eni

Eni prosegue la sua strategia di penetrazione oltrefrontiera, entrando nel mercato interno russo del gas. Dopo aver sottoscritto con la russa Tgk-9 contratti di vendita di 350 milioni di metri cubi di gas a partire dal primo giugno 2008 entro il 2010 attraverso la controllata russa Eni Energhia (100% Eni), il Cane a sei zampe si è accordato con la società che detiene centrali di generazione a Perm (Urali). Eni è la prima compagnia straniera a lavorare sul mercato interno russonel settore del metano, il secondo a livello mondiale in termini di consumi. I contratti rappresentano inoltre un «passo fondamentale», si legge in una nota, per il raggiungimento di target nel mercato russo fissati nel piano strategico 2008-2011 Eni.