Accordo Sgarbi: Fondazione Roma presente in Biennale e a Spoleto

Sono con Emmanuele Emanuele, presidente della Fondazione Roma, le prime collaborazioni avviate da Vittorio Sgarbi nella sua veste di neo-soprintendente di Venezia, nonchè di curatore del Padiglione italiano alla Biennale e consulente del ministro Bondi. Per prima cosa, il «soprintendente d’Italia», come Emanuele l’ha chiamato presentandolo alla vernice per la stampa della rassegna Roma e l’Antico (a Palazzo Sciarra da oggi), concederà alle Scuderie del Quirinale (che fanno parte dell’Azienda Palaexpo, altra società presieduta da Emanuele) i capolavori di Lorenzo Lotto per la grande mostra che si aprirà in febbraio. «Sono bastate solo due ore per mettersi d’accordo - ha chiosato Emanuele - vorrei averlo ovunquè». Ma non solo. «Come primo atto, ho dato un pezzo di Biennale a Emanuele - scherza Sgarbi -. Dal momento che Emanuele ha ammirato a Salemi alcune operazioni come il museo della Mafia, ho in mente di fare qualcosa per la Biennale in cui lui sia determinante». Infine Sgarbi ha anche annunciato che «da occasionale diventa istituzionale la presenza di Emanuele al Festival dei Due Mondi di Spoleto quale presidente del settore arte».