Accusa a Billè: sottratti 75 milioni

Sergio Billè, numero uno di Confcommercio indagato per appropriazione indebita, è nella bufera. Le accuse: milioni di euro destinati ai fondi Egap e invece dirottati su attività non istituzionali, altri milioni sottratti dalle casse previdenziali dei dirigenti, e ancora 39 milioni della compravendita, in cui è coinvolto Ricucci, di uno stabile in una zona prestigiosa di Roma per coprire operazioni finanziarie. Oltre 75 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza su ordine della Procura di Roma nell'ambito dell'inchiesta sulle operazioni finanziarie di Billè. Ieri è stata perquisita la sua casa a Roma dove sono stati confiscati dipinti e sculture. Risultano indagate 15 persone tra cui i due vicepresidenti di Confcommercio Carlo Sangalli e Ferruccio Dardanello. Secondo l’accusa il vertice dei commercianti si appropriava anche delle pensioni dei dirigenti.