Accusato di molestie si dimette ministro israeliano Ramon

Gerusalemme. Si è dimesso il ministro della Giustizia israeliano Haim Ramon, accusato di molestie sessuali da una ragazza di 18 anni che lavorava negli uffici della pubblica amministrazione. Ramon, incriminato dal procuratore generale Menahem Mazuz, ha rinunciato all’immunità e ha chiesto che il suo processo inizi quanto prima per poter provare la sua innocenza. Ramon, 56 anni, è accusato di aver tentato di baciare sulla bocca la giovane dipendente durante una festa organizzata per il suo congedo dal lavoro. Il ministro sostiene invece che sarebbe stata l’impiegata a cercare di sedurlo. Nella bufera c’è anche il capo di stato maggiore Dan Halutz, accusato di aver venduto tutte le sue azioni poche ore dopo il sequestro del caporale Gilad Shalit, prevedendo un crollo in Borsa per il conflitto che sarebbe esploso.