Le accuse di molestie degli impiegati

L’ex premier conservatore olandese e Alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati Ruud Lubbers fu accusato nel 2004 di molestie sessuali. L’allora segretario generale dell’organizzazione, Kofi Annan, aveva subito ammonito severamente il funzionario. A rivelare lo scandalo era stato il quotidiano britannico «The Independent», che era entrato in possesso di documenti confidenziali su un’indagine interna dell’Onu riguardante i fatti. L’inchiesta era partita dopo che un’impiegata americana dell’agenzia per i rifugiati, Cynthia Brzak, aveva denunciato molestie sessuali che secondo quanto riportato dalla donna sarebbero avvenute sul luogo di lavoro. Nel febbraio 2005, in seguito allo scandalo ampiamente coperto dai mass-media internazionali, Lubbers ha presentato le proprie dimissioni al segretario generale. L’ex alto commissario ha sempre negato le molestie.