Accuse di torture anche all’Olanda

L’Aia. La guerra in Irak è prepotentemente entrata in scena nella campagna elettorale in corso nei Paesi Bassi, a solo cinque giorni dal voto. Secondo il quotidiano De Volksrant, decine di prigionieri iracheni sono stati oggetto di sevizie durante una serie di interrogatori realizzati tre anni fa dai militari olandesi di stanza nel sud del Paese. Il governo di Balkenende ha reagito e ha in parte ammesso i fatti, precisando cioè che si tratta di abusi commessi contro una quindicina di detenuti.