Acer entro il 2011 leader dei portatili

Computer

nostro inviato a Budapest

Strategia multibrand per Acer che, dopo l'acquisizione di Packard Bell e Gateway, si avvia a diventare entro il 2011 il primo produttore di notebook al mondo. «Pensiamo che questo sia un obiettivo possibile - ha spiegato l’ad della societa taiwanese Gianfranco Lanci in occasione della presentazione dei piani strategici - grazie all’acquisto di due aziende e a un marketing che prevede diverse linee di computer che ben si adattano alle esigenze dei clienti». Secondo Acer, dunque, i computer desktop, ossia da tavolo, saranno sempre più destinati a chi li utilizza per l’intrattenimento multimediale, ossia per giocare o come media center da collegare alla tv di casa. Per contro i pc portatili si svilupperanno sia per chi cerca macchine potenti da utilizzare per lavoro sia per chi invece ha bisogno di qualcosa di facile da utilizzare, ma a prezzi contenuti.
«Vediamo anche un grande sviluppo - ha aggiunto Lanci - per i cosidetti Netbook, ossia quei pc molto piccoli con funzioni ridotte, ma facili da collegare a Internet per scaricare la posta elettronica. Prevediamo che la richiesta mondiale di questi ultimi passerà dai 10 milioni di pezzi venduti nel 2008 ai 25 milioni del prossimo anno».
Sul fronte delle novita, infine, Acer lancia anche in Italia gli eMachine, cioè il marchio Gateway (che non sarà invece distribuito nel nostro Paese ma solo negli Usa) per prodotti di facile utilizzo.