Acerra, la gestione ai lombardi di A2A

Napoli. L’annuncio era nell’aria da qualche giorno e la trasferta napoletana del top manager Giuliano Zuccoli ha escluso ogni sorpresa. Ma per «A2A» la soddisfazione è stata comunque grande. La multiutility lombarda, leader nazionale nel settore ambientale, ha infatti vinto l’appalto per la gestione del termovalorizzatore di Acerra ancora in costruzione e destinato a entrare in funzione nel primo trimestre del prossimo anno. La conferma che «A2A» si era aggiudicata la gara è venuta da Silvio Berlusconi: «Sono contento come italiano e come lombardo - ha detto il premier -. Vorrei fare gli auguri al presidente Zuccoli e ad “A2A”, ha una grande esperienza in materia». Il Cavaliere, che si è incontrato con il presidente del consiglio di gestione di «A2A» prima insieme a Bertolaso, Pansa e Rossetti, poi a quattr’occhi, ha poi ricordato che così «si trasformano i rifiuti da costi in ricavi» e ha spiegato che l’azienda lombarda «si avvarrà di collaboratori locali. Zuccoli verrà qui con i propri tecnici per seguire le fasi di avvio dell’impianto e a Napoli, in Campania, troverà personale adeguato». Il premier ha anche precisato che per l’impianto di Acerra saranno utilizzate «tecnologie avanzate. Io credo che i prossimi termovalorizzatori saranno ancora più funzionali e tutti insieme dal punto di vista dell’inquinamento daranno un risultato pari a zero, come cinque auto di media cilindrata con il motore acceso, una cosa risibile».