Acqua senza frontiere per la VI edizione del Premio "Elio Botti – Come Acqua Saliente"

Allo scienziato argentino Dardo Oscar Guaraglia il Premio per la Ricerca
il gruppo IKEA si aggiudica il Premio per la Comunicazione e
la Menzione Speciale nella Sezione Fuori Concorso
A Luca Abete di Striscia la notizia una Menzione Speciale
nella Sezione Comunicazione
una Menzione Speciale anche alla geologa Anna Traforti
e al regista Ignazio Garzia per il video &quot;L'acqua, la vita&quot;<br />

Rovigo - Con un simbolico brindisi con acqua (di rubinetto, di fontanella e confezionata) si è conclusa a Rovigo la VI edizione del Premio "Elio Botti - Come Acqua Saliente". Ad aggiudicarsi il Premio per la Ricerca è stato lo scienziato argentino Dardo Oscar Guaraglia, il cui studio sulle pompe termiche "fornisce un innovativo contributo per la tutela delle risorse idriche, in ordine alla misurazione della velocità delle acque sotterranee".

Il Gruppo Ikea ha conquistato sia il Premio per la Comunicazione, sia la Menzione Speciale nella sezione Fuori Concorso con le iniziative per la coltivazione del cotone a basso consumo idrico e l'utilizzo ottimale dell'acqua, "un progetto di ampio respiro che si spinge oltre i confini propriamente imprenditoriali e agisce in ogni paese con cui Ikea ha rapporti come strumento di vera e propria educazione al rispetto della risorsa idrica".

Ha ricevuto una Menzione Speciale per la Comunicazione l'inviato di Striscia la notizia Luca Abete, con un servizio da Greci (AV), dove ancora non c'è l'acqua potabile, per "essersi spinto oltre l'aspetto spettacolare e sensazionale della denuncia, e avere stimolato la presa di coscienza di una situazione umiliante per un paese civile, sollecitando un opportuno intervento da parte dei pubblici amministratori".

Menzione Speciale anche per Anna Traforti, nella sezione Ricerca, con una tesi di laurea sulle acque sotterranee in Eritrea, conseguita presso l'Università di Padova, e ad Ignazio Garzia, nella sezione Comunicazione, per il filmato "L'acqua, la vita".

Hanno fatto da cornice alla cerimonia un'esibizione del Duo Pianistico Ragazzoni e la personale di pittura di Arturo Bosetti "10 opere per l'Acqua Saliente". Il Premio "Elio Botti" ha come scopo la promozione di una cultura dell'acqua, quale contributo alla tutela e alla salvaguardia del patrimonio idrogeologico.