Acquapendente: bimbo di un mese trovato morto in culla dalla madre

Un neonato di appena un mese di vita è stato trovato morto in culla poco dopo la mezzanotte di San Silvestro dalla madre ad Acquapendente, un centro nel Nord del Viterbese.
La donna, dopo aver festeggiato il Capodanno con il marito e altri parenti, è andata nella cameretta del figlio per allattarlo ma lo ha trovato privo di vita.
Il bambino era nato alla fine di novembre. Stando a quanto riferito dal padre e dalla madre ai carabinieri, avrebbe goduto di ottima salute e i medici dell’ospedale in cui era nato avevano escluso la presenza di qualsiasi malformazione.
Secondo il medico legale che ha ispezionato il corpo, il neonato potrebbe essere stato colpito dalla cosiddetta Sids (Sudden infant death syndrome), la sindrome che colpisce i bambini tra un mese e un anno di età.
La Sids non corrisponde a una precisa patologia e non è stata ancora definita con sicurezza una specifica causa medica in grado di spiegarla.
Sulla vicenda indagano i carabinieri della stazione di Acquapendente. La procura della Repubblica di Viterbo sta valutando se far sottoporre il corpo del neonato ad autopsia.