Acquarone «vittima» del diavoletto

Diamo all’Udeur quel che è dell’Udeur, e soprattutto all’onorevole professor Lorenzo Acquarone quel che è di Acquarone: ieri il diavoletto di redazione, che ogni tanto spunta - specie quando si fa troppo tardi, cala la palpebra e si deve rispettare l’appuntamento del Giornale con l’edicola - si è preso una rivincita sul meticoloso rispetto della precisione che anima i vostri umilissimi redattori. Ed è stato pubblicato un sommario con Acquarone apparentato alla Margherita anziché al partito di Mastella (correttamente citato più volte, invece, nell’articolo e nella tabella a fianco). Il diavoletto sorride, noi invece ci arrabbiamo e ci scusiamo con i lettori e con l’interessato, anche se non possiamo escludere ulteriori dispetti di Belzebù...