Acque bollenti Marin: «La Manaudou mi cerca ancora ma non le ho risposto: resto fedele alla Pellegrini...»

Lui, lei e l’altra. Ed ora anche un cane che si chiama Carlo, regalato da Federica Pellegrini per fargli compagnia più che la guardia. Lui è Luca Marin, l’uomo del triangolo, nuotatore di successo (400 misti) che ora cerca di sciogliersi dal triangolo, affidandosi al management di Riccardo Gay per l’immagine e Ispra nuoto per la parte tecnica. «Non voglio più essere il fidanzato di...». Lo dice mostrando foto che lo rassomigliano ad Alain Delon giovane e ricordando il legame con Laure Manaudou, la francese completa di foto osè, ed ora quello con la Pellegrini. Eppure Marin continua ad esser l’oggetto del desiderio di Laure: «Mi ha scritto, voleva sapere come stavo...». Sottinteso: voleva ricominciare. «Ma non le ho risposto». Aggiunge: «Federica è una dura e non mi spiace che lei piaccia». A Pechino ci provò Kobe Bryant. Invece ora: «Lavoriamo duro in piscina e passiamo il weekend stesi sul divano. Per la stanchezza, ovviamente...».